MICHELE PITTACOLO E SZIOLS, ROAD TO RIO 2016

Ottimo secondo posto a Colà di Lazise per il forte ciclista paralimpico della Nazionale Italiana che, a marzo, parteciperà ai Mondiali di ciclismo paralimpico su pista di Montichiari.

Al nono Trofeo d'Inverno – Gara ciclistica per amatori Fci che si è disputato sabato 20 febbraio a Colà di Lazise, sul Lago di Garda ed a pochi chilometri da Verona, l'atleta Nazionale paralimpico Michele Pittacolo, ultimo entrato nel Team Sziols, ha ottenuto la seconda posizione assoluta a poco meno di un mese dai Mondiali di ciclismo paralimpico su pista in programma a Montichiari (Brescia) dal 17 al 20 marzo prossimi. I mondiali bresciani rappresenteranno per Pittacolo la tappa fondamentale di avvicinamento a quello che è l'obiettivo principe 2016 dell'atleta friulano, ovvero la partecipazione alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

 

Michele, nato ad Udine nel 1970, è atleta paralimpico dal luglio 2009, dopo che, il 12 settembre 2007 aveva subito un grave incidente in allenamento: “Adesso – spiega Michele a distanza di anni dall'incidente –, in ricordo di quella giornata, ho una placca di titanio in testa e la parte destra del cranio ricostruita in resina, grossi problemi alla mano destra, alla spalla sinistra, all’occhio sinistro, difficoltà di equilibrio e nel linguaggio… Grazie alla mia determinazione a non mollare mai e all’aiuto insostituibile di mia moglie, passo dopo passo, ho recuperato forze e, come rinato, ho ripreso a correre… per tutti, ma soprattutto per me, quasi un miracolo!”

 

 

Ad accoglierlo al traguardo di Colà di Lazise anche Davide Beccaro, titolare Sziols Italia che si è detto onorato di avere “nel Team Sziols un atleta del livello e del valore, umano e sportivo, del calibro di Michele, un assoluto esempio di coraggio, forza e determinazione che non può non essere un esempio per tutti noi. Un atleta che ha saputo ripartire da zero, superando una situazione drammatica e... ritornare in sella, tanto nello sport, quanto nella vita!”