L'OPLITA MARCO BONFIGLIO CONQUISTA SPARTA

Dopo la vittoria alla Fidippides Run 2015, l'ultramaratoneta milanese è tornato in Grecia dove ha conquistato un ottimo secondo posto nella Atene – Sparta di 246k.

Lo abbiamo raggiunto telefonicamente mentre era ancora in Grecia e stava smaltendo i quasi 250k della Spartathlon, una delle ultramaratone più lunghe ed affascinanti, quantomeno a livello europeo, e seconda solo alla Fidippides Run, la sorella maggiore, che di chilometri ne misura 470k. Lui è Marco Bonfiglio, senza dubbio uno dei più forti ultramaratoneti al Mondo, che, dopo aver recentemente migliorato il record del mondo sulle dieci maratone ad Orta, il weekend scorso ha ottenuto la seconda posizione alla Spartathlon 2016. Ci siamo fatti raccontare 'a caldo' la sua gara e Marco, con la solita umiltà, ci ha condotto, con le sue parole, lungo i 246k che dividono Atene da Sparta.

 

Soddisfatto?

 

Assolutamente soddisfatto… la Spartathlon è “la gara” e già riuscire a finirla è sempre una grande soddisfazione. Ho affrontato la corsa dando il massimo che potevo, senza assolutamente mai voler sapere in che posizione fossi o la distanza che avevo da quelli davanti e da quelli dietro… ho corso basandomi solamente sulle mie sensazioni.

 

Le previsioni della vigilia sono state rispettate?

 

L'obiettivo alla partenza, come sempre, era quello di arrivare alla fine, sperando di trovare una giornata giusta e di poter dare, quindi, il massimo. E così è stato: questo è un secondo posto che per me vale oro.

 

Quali sono stati i momenti più difficili?

 

Ho sofferto parecchio fino a dopo la montagna (km 165 circa), sia per le gambe, che non giravano proprio come avrei voluto, sia mentalmente, perché facevo un un po’ fatica a gestire la fatica e le varie crisi e sofferenze… Poi dal km 170 in avanti ho iniziato a stare davvero perfettamente ed ho corso bene aumentando anche il ritmo gara.

 

Cosa pensi mentre corri per 23, 24 ore?

 

La Spartathlon è una gara che ti regala mille emozioni e sentimenti… è facile perdersi pensando a quello che si sta facendo... e le ore passano veloci…

 

Come sono andate alimentazione ed idratazione?

 

Non ho avuto nessun problema di stomaco o altro, ed alimentazione e idratazione sono andate molto bene; c’era molto caldo e ho bevuto molto e mangiato poco…

 

Com'è andata con gli X-Kross della Sziols?

 

I miei occhiali Sziols sono come sempre andati alla perfezione; prima usati con le lenti blu del modello Denim e poi, nella notte, ho cambiato le lenti con quelle trasparenti… con il supporto per il sudore, nessun problema dovuto a questo problema. Mi buttavo spesso acqua sul volto e bagnavo quindi le lenti… ma l’acqua quasi scivolava subito via senza lasciare traccia… davvero perfetti.

 

La tua prossima gara in programma?

 

 

Per ora non so… sicuramente da qui a fine anno farò qualche maratona, ma con le ultra credo ricomincerò con il 2017: anche per quest’anno ho già fatto molto e ora ho bisogno di un po' di recupero fisico e mentale.