CON GLI X-KROSS DI SZIOLS MARCO BONFIGLIO E' SECONDO ALLA BADWATER ULTRA MARATHON 135 MILES

L'atleta milanese, Sziols ambassador, ha portato a termine l'ennesima impresa della sua carriera da ultramaratoneta conquistando un'eccellente seconda posizione in California, sotto i più di 40° della Valle della Morte. Primo dopo 100 miglia, ha dovuto lasciare la testa della corsa in seguito ad una crisi prolungata.

Da un atleta che, per passatempo colleziona 'mission impossible' c'era da aspettarselo, che avrebbe partecipato alla Badwater Ultra Marathon, 135 miglia, 217 chilometri tutti corsi all'interno del Death Valley National Park, depressione del Great Basin che si trova tra California e, in piccola parte, Nevada: e, come spesso accade quando il milanese Marco Bonfiglio, per tutti Mr #spintatotale, parte per una gara di questo genere, è lui, se non il primo, uno dei primi a tagliare il traguardo!

 

E così il vincitore della Fidippides Run 490k del 2015, secondo alla Spartathlon 246k del 2016 e nuovamente vincitore della Euchidios Race 215k del 2017, nonchédetentore del record del mondo sulle 10 Maratone in 10 giorni (Lago d'Orta, 6 – 15 agosto 2016), è nuovamente salito sul secondo gradino del podio, ma questa volta non in terra greca, dove ormai è accolto come un vero e proprio eroe, ma in California, negli Stati Uniti.

 

Dopo essere partito 'piano', come da sua abitudine, Marco ha man mano preso confidenza con il percorso e la temperatura, che arrivava a 40° di notte: dopo una serie infinita di sorpassi, al centesimo chilometro l'atleta italiano è riuscito a raggiungere i primi e, dopo un testa a testa con Wataru Lino ed Osvaldo Lopez, ha saldamente conquistato la seconda posizione. Superato anche il giapponese, Marco ha ben presto preso la testa della gara.

 

Vinto un lungo momento di crisi causato dal gran caldo e da alcuni problemi di stomaco, durante il quale Marco è stato superato da Wataru Lino perdendo la testa della gara, l'atleta italiano ha ricominciato a martellare con il suo solito ritmo 'infernale', incalzando l'atleta giapponese e recuperando terreno, senza tuttavia riuscire a riprendere il giapponese che, alla fine, ha chiuso per primo la gara. Bonfiglio si è classificato così al secondo posto in 25h44’18”.

 

Per Marco Bonfiglio si è così chiusa l'ennesima grande avventura della sua carriera da ultramaratoneta e noi di Sziols siamo molto orgogliosi di averlo potuto accompagnare, e supportare, in questa prova così difficile. Ora non resta che attendere la sua prossima grande, folle avventura...

 

 

Per info: www.sziols.it e pagina facebook