ALICE BETTO, ROAD TO RIO 2016

(Abu-Dhabi) - Grattacieli e deserto, asfalto e sudore. Caldo, sole accecante. Ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi ci vuole un paio di occhiali da sole davvero speciali per fare sport di alto livello. Ed Alice Betto la triatleta azzurra professionista, Fiamme Oro e protagonista del ‘Team Sziols’ si è attrezzata con dei nuovissimi Sziols X-Kross. Domani sarà impegnata nella prima delle nove tappe di apertura del massimo circuito World Triathlon Series, che quest’anno entra nel ‘core’ delle qualificazioni olimpiche. L’occasione è unica, bisogna dare il massimo!

Alice da qualche giorno si sta allenando ad Abu Dhabi per acclimatarsi e per iniziare la stagione alla grande, sarà un lungo anno di gare, con sguardo rivolto alle prove Mondiali e, per tutti coloro che ancora devono guadagnarsi la qualificazione olimpica, con sguardo rivolto soprattutto al ‘pass’ per Rio.

Ricordiamo che ad oggi l’Italia ha, nel rank virtuale di proiezione olimpica, 3 quote femminili e 2 maschili; manca 1 qualificazione tra gli uomini per raggiungere il massimo numero di atleti da poter schierare, per nazione, ai Giochi di Rio. Le qualificazioni chiudono il 16 maggio.


Ma quali avversarie per Alice?

Tra le donne, la gara si preannuncia combattutissima: presente fra tutte la campionessa olimpica 2012 e già con il pass per Rio in mano, grazie alla vittoria dei primi Giochi Europei a Baku, la svizzera, Nicola Spirig che esordirà quest’anno lasciandoci ancora a ‘bocca asciutta’ nel tanto atteso confronto con l’altra imbattibile campionessa, la Jorgensen. In gara le forti statunitensi, protagoniste lo scorso anno di tanti podi: Sarah True, 3^ assoluta della world triathlon series, alle spalle della vincitrice connazionale Jorgensen e dell’argento neozelandese Andrea Hewitt; insieme a True, anche la Katie Zaferes, 5^ assoluta nella WTS 2015 ed ora proiettata ad assicurarsi un posto alle Olimpiadi.
Tra le più competitive, ci saranno le componenti del team britannico, in particolare Jodie Stimpson e Helen Jenkins, che si giocano in questa prima parte di stagione mondiale, la terza carta olimpica a disposizione (Non Stanford e Vicky Holland sono state infatti già selezionate per Rio). Ed ancora, sicure protagoniste di questa tappa di Abu Dhabi nonché dello scenario internazionale, l’olandese Rachel Klamer e l’atleta delle Bermuda Flora Duffy, che hanno concluso entrambi l’anno scorso,nella top ten del circuito mondiale. 
Occhi puntati nel circuito di WTS anche sulla ‘kiwi’ Hewitt , che oltre ad essersi aggiudicata il bronzo mondiale 2015 è sicuramente tra le più esperte e ‘solide’ triatlete in campo assoluto; sarà una stagione davvero delicato per la Hewitt che rientrerà nel mondo della WTS dopo aver perso il suo compagno di vita ed allenatore , il francese Laurent Vidal, - 5° alle Olimpiadi di Londra e che si era ritirato da due anni dall’attività agonistica - stroncato da un infarto a soli 31 anni, lo scorso 10 novembre. L’ITU in suo ricordo, dedicherà in questo evento il pettorale n.1 della start list maschile.

START LIST - La gara: orari, percorso e come seguirla -

Quest’anno Abu Dhabi sarà prova su distanza olimpica – 1500m nuoto, 40km ciclismo, 10km corsa - anziché sprint come fu nell’esordio del 2015.
Il programma prevede la partenza della prova maschile alle ore 13.06 (o.l. ed in Italia ore 10.06) e quella femminile alle ore 16.06 (o.l. ed in Italia ore 13.06).
Sarà possibile seguire le gare in diretta web sul sito www.triathlon.org  su: https://triathlonlive.tv

2016 ITU World Triathlon Series 2016 :

Abu Dhabi, UAE – 5 marzo
Gold Coast, Australia – 9-10 aprile 
Città del Capo, Sud Africa– 23-24 aprile
Yokohama, Giappone – 14-15 maggio
Leeds, Gran Bretagna– 11-12 giugno (nuova location)
Stoccolma, Svezia – 2-3 luglio
Amburgo, Germania – 16-17 luglio
Edmonton, Canada – 3-4 settembre
Cozumel, Messico – 11-18 settembre (Grand Final – Cozumel è nuova location per WTS ma ‘classica’ del circuito di World Cup

- Abu Dhabi, Gold Coast, Yokohama, Leeds, Stoccolma e Cozumel saranno gare su distanza olimpica; Cape Town, Amburgo ed Edmonton saranno su distanza sprint.