ALICE BETTO CONQUISTA IL TRICOLORE NELLA ELITE DI OLIMPICO A LERICI

La triathleta dello Sziols testimonial Team torna alla vittoria dopo cinque anni ed a Lerici si laurea Campionessa italiana Triathlon Olimpico Elite.

LERICI – Sabato 7 ottobre Alice Betto, la forte atleta Azzurra, ha vinto il Campionato Italiano Triathlon Olimpico Elite di Lerici, tornando finalmente alla vittoria dopo cinque anni: l'ultima, infatti, risaliva al 2012... poi una serie di infortuni hanno bloccato l'atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Oro che sabato ha dominato la gara dall'inizio alla fine, staccando tutte le avversarie già nelle prime fasi della frazione ciclistica.

 

Con lei, ad accompagnarla nella sua splendida gara, gli X-Kross by Sziols, il sistema-occhiale sportivo di fabbricazione tedesca che l'ha accompagna per anni, in questa sua rinascita sportiva.

 

LA GARA - Un mare piatto, dai colori brillanti ed un sole tiepido hanno fatto da cornice alla partenza della gara femminile, scattata puntuale allo scoccare delle 10.30. Nell'incantevole cornice del Golfo di Lerici, sono state in quattro a prendere il largo: Alice Betto, Ilaria Zane, Sharon Spimi (Pol. Riccione) e Margie Santimaria (T.D. Rimini). La situazione è cambiata subito, con la Betto che ha premuto sull'acceleratore fin da subito, andando via da sola; dietro Steinhauser, Iogna-Prat (DDS) e Parodi (T.D. Rimini) rientravano su Spimi, Zane e Santimaria e formavano un sestetto.

 

Il vantaggio della fuggitiva, nel corso dei chilometri dell'esigente circuito ciclistico, è aumentato in maniera progressiva, fino ad arrivare a 2'25” in corrispondenza del secondo cambio. La Betto si involava verso il Titolo Tricolore di Olimpico, che non vinceva da cinque anni, mentre dietro le posizioni si assestavano con Zane, che consolidava la seconda posizione, e Steinhauser, che si confermava al terzo posto.

 

“Sono felicissima ti tornare sul gradino più alto del podio tricolore – ha dichiarato a caldo la Campionessa italiana Alice Betto –: non nascondo che volevo fare doppietta, ma a volte le delusioni e le sconfitte servono. Oggi ho cercato di dominare dall'inizio alla fine e non potevo regalarmi vittoria migliore al termine di una stagione così intensa”.